menu
Buscar:
Panal
Abeja
Curva
Galería
Videos
Artículos
Whatsapp
Mail
Chat
Virosi del pomodoro.  Como migliorare la coltivazione.

Virosi del pomodoro.  Como migliorare la coltivazione.

La virosi del pomodoro si puó prevenire usando le reti a traliccio per sostenere le piante.

Virosi del pomodoro: La tecnica di dare supporto alle colture mediante reti a spalliera permette svolgere meglio i processi di prevenzione e disinfezione di possibili virus del pomodoro.

tutoreo de tomate
Tutoraggio della pianta di pomodoro con Hortomallas come sostegno orizzontale

Le malattie causate da virus o virosi nella coltivazione del pomodoro hanno causato grandi perdite economiche nel corso della storia. Tuttavia oggi si possono ridurre grazie all’uso di HORTOMALLAS. Gli sforzi che sono stati fatti per cercare gli agenti causali di tali perdite hanno portato all’identificazione e alla descrizione di un gran numero di agenti patogeni. Cosicché siamo in gradi di prevenire e trattare le condizioni che causano possibili perdite ai produttori di ortaggi. I trattamenti utilizzati nelle colture sono principalmente preventivi. Infatti una volta che si verifica l’infezione è molto difficile che il trattamento funzioni.

malla de tutoreo
L’impiego di reti per il sostegno delle piante riduce la trasmissione meccanica della virosi del pomodoro.

Virosis

Virosi importanti nella coltivazione del pomodoro: Il marciume apicale – la bronzatura fogliaria – virus dell’avvizzimento maculato del pomodoro.

entutorado con HORTOMALLAS
Ecco un esempio di marciume apicale, che avrebbe potuto essere evitato attraverso l’uso di HORTOMALLAS®

Il virus TSWV (Il virus dell’avvizzimento maculato del pomodoro) è una delle più importanti malattie che possono colpire il pomodoro. Causa scarsa qualità della produzione, provoca un brutto aspetto alla frutta riducendo o troncando qualsiasi opportunità di vendita. I sintomi che si osservano nella pianta possono essere dalla bronzatura, alla necrosi, influenzando l’altezza media, causando una pianta bassa e con foglie secche. Se il frutto viene infettato allo stato giovanile, si osservano anelli verde chiaro, marrone o chiazze. Nei frutti maturi compaiono fasce anulari di colore giallastro. Le colture ospiti sono: sedano, melanzane, arachidi, piselli, peperoncino, cavolfiore, indivia, spinaci, fagioli, lattuga, patate, cetrioli, tabacco, pomodori. La forma principale di trasmissione di questo virus è attraverso i vettori. I vettori delle virosi nei pomodori sono tripidi appartenenti ai generi Thrips e Frankliniella. Le piante acquisiscono il virus durante le prime fasi di sviluppo. Un’altra forma di trasmissione è attraverso il contatto.

Mosaico

Virus de mosaico
Il Virus del mosaico del pomodoro lascia macchie rosse.

Virus del mosaico del pomodoro

Il virus del mosaico del pomodoro (Tomato Mosaic Virus-ToMV) e il virus del mosaico del tabacco (Tobacco Mosaic Virus-TMV) possono causare perdite superiori al 10%. La forma di trasmissione è principalmente dovuta a semi infetti. Oppure attraverso un vettore – un insetto o un lavoratore – una pianta entra in contatto con un’altra meccanicamente. (L’incidenza può essere ridotta fornendo dei tutori alla pianta). Hanno sintomi molto simili. Nella foglia si osserva un’alternanza di zone verde chiaro e scuro (tipo a mosaico),  la crescita si riduce. Altri potrebbero non avere un mosaico ma subire deformazioni. Il frutto ha una maturazione irregolare e macchie marrone scuro internamente ed esternamente (quando si tratta di ToMV). Questi virus hanno un gran numero di possibili ospiti, ad esempio: fagioli, pomodori, peperoncino, viti, patate, tabacco, tra gli altri.


Virus de la chuchara

Virus de la cuchara
El virus de la cuchara recibe su nombre por como deja las hojas del tomate.

Malattie del pomodoro

Malattia causata dai virus streak virus (ToVSV), Soybean blistering mosaic virus (SbBMV) e Tomato yellow spot virus (ToYSV). Il  pomodoro si sviluppa meno e presenta un ripiegamento su se stesso. Nelle foglie si osserva come la nervatura principale si arrotola dando il caratteristico aspetto a cucchiaio, di cui il nome della malattia. I bordi delle foglie a volte presentano clorosi. Sul lato inferiore può avere macchie con sfumature violacee. I fiori possono staccarsi e i frutti sono più piccoli. Il vettore di questo virus è la mosca bianca Bemisia tabaci, che trasmette il virus solo quando è nel suo stato adulto.

Il marciume apicale del pomodoro (TANV). Prima si credeva che fosse il virus Il virus dell’avvizzimento maculato del pomodoro (TSWV). Non si sa molto sulla sua incidenza, ma è stata associata a perdite del 60%. La sintomatologia che presenta nel frutto del pomodoro è una necrosi apicale e macchie, causando che il pomodoro non possa essere commercializzato. Per quanto riguarda il vettore, recenti studi hanno scoperto che la zanzara bianca (Bemicia tabaci) è responsabile della trasmissione di questo virus.

rafia en cultivos
Sia in serra sia in campo aperto  HORTOMALLAS® è essenziale per ridurre l’incidenza della virosi trasmessa meccanicamente. HORTOMALLAS® apporta chiari vantaggi rispetto alla rafia.

trasmissione del pomodoro

Trasmissione delle virosi del pomodoro.

È importante prendere le misure necessarie per evitare che il patogeno infetti il ​​raccolto. Come già accennato, i trattamenti esistenti sono principalmente preventivi. Oltre al contagio meccanico attraverso le mani o gli abiti del lavoratore, l’altro meccanismo di trasmissione della maggior parte delle malattie causate da virus è principalmente a carico di artropodi (insetti e acari) e nematodi. Il tipo di vettore dipende dal virus, ma ci sono casi come la zanzara bianca (Bemicia tabaci), che può trasmettere più di un virus. La trasmissione avviene anche attraverso semi infetti o sfregando una pianta infetta su una sana.

Misure per prevenire le virosi nella coltivazione del pomodoro

malla tutora
Con HORTOMALLAS®, le operazioni sul campo sono facilitate grazie alle dimensioni delle sue maglie.
  • Preparare il terreno prima di iniziare la coltivazione del pomodoro, utilizzando metodi di disinfezione appropriati.
  • Eliminare qualsiasi elemento che indica la presenza di possibili vettori.
  • Scegliere varietà resistenti ai virus.
  • Usare semi sani.
  • Gli operatori devono pulire e disinfettare i propri strumenti prima e dopo aver maneggiato qualsiasi pianta.
  • È necessario eseguire un monitoraggio regolare. Se viene trovata una pianta con virosi, deve essere rimossa immediatamente dal raccolto.

Tutoraggio

Utilizzare il sistema di tutoraggio minimizza la incidenza di virosi nella coltivazione del pomodoro

La struttura di sostegno che fornisce Hortomallas contribuisce a ridurre le condizioni per cui si genera e si propaga un’infezione da virus, a partire dalla insorgenza dei vettori. Le fasi che propiziano il contagio del virus nel pomodoro sono quelle che implicano una grande manipolazione della pianta. Pertanto se le piante si appoggiano sul sistema di rete a spalliere, non si richiede più manipolazione da parte dei lavoratori.


Biol. Diana Jiménez.
Referencias.

FAO. (2013). Coltivazione di pomodori con buone pratiche agricole nell’agricoltura urbana e periurbana. Estratto il 28 settembre 2015 da http://www.fao.org/3/a-i3359s.pdf

Productores de Hortalizas. (2006). Parassiti e malattie del pomodoro. Guida all’identificazione e alla manipolazione. Messico. Estratto il 28 settembre 2015 da http://vegetablemdonline.ppath.cornell.edu/NewsArticles/Tomato_Spanish.pdf

Soda, Mirta. (2013). Guida per il riconoscimento delle malattie nella coltivazione del pomodoro.Virosi nel pomodoro. Formosa, Argentina. Estratto il 28 settembre 2015 da http://inta.gob.ar/documentos/guia-para-el-reconocimiento-de-enfermedades-en-el-cultivo-de-tomate/at_multi_download/file/INTA_Guia_de_Reconocimiento_de_Enfermedades_it_En_

Argerich, C.; Troilo, L.; Rodriguez Fazzone, M.; et al. (2010). Manuale di buone pratiche agricole nella catena dei pomodori. Buenos Aires, Argentina

Garzón, Jose. Malattie (da virus e organismi simili ai batteri) di peperoncino e pomodoro in Messico. Distretto Federale, Messico Estratto il 9 ottobre 2015 da http://www.bayercropscience.com.mx/bayer/cropscience/bcsmexico.nsf/files/Product_cont/$file/manual_virosis.pdf

Ver la entrada

Vuoi vedere più immagini della rete di sostegno per pomodori?

comprar malla plástica que evita la virosis en tomate

Comentarios


La virosi del pomodoro si puó prevenire usando le reti a traliccio per sostenere le piante.

Virosi del pomodoro: La tecnica di dare supporto alle colture mediante reti a spalliera permette svolgere meglio i processi di prevenzione e disinfezione di possibili virus del pomodoro.

tutoreo de tomate
Tutoraggio della pianta di pomodoro con Hortomallas come sostegno orizzontale

Le malattie causate da virus o virosi nella coltivazione del pomodoro hanno causato grandi perdite economiche nel corso della storia. Tuttavia oggi si possono ridurre grazie all’uso di HORTOMALLAS. Gli sforzi che sono stati fatti per cercare gli agenti causali di tali perdite hanno portato all’identificazione e alla descrizione di un gran numero di agenti patogeni. Cosicché siamo in gradi di prevenire e trattare le condizioni che causano possibili perdite ai produttori di ortaggi. I trattamenti utilizzati nelle colture sono principalmente preventivi. Infatti una volta che si verifica l’infezione è molto difficile che il trattamento funzioni.

malla de tutoreo
L’impiego di reti per il sostegno delle piante riduce la trasmissione meccanica della virosi del pomodoro.

Virosis

Virosi importanti nella coltivazione del pomodoro: Il marciume apicale – la bronzatura fogliaria – virus dell’avvizzimento maculato del pomodoro.

entutorado con HORTOMALLAS
Ecco un esempio di marciume apicale, che avrebbe potuto essere evitato attraverso l’uso di HORTOMALLAS®

Il virus TSWV (Il virus dell’avvizzimento maculato del pomodoro) è una delle più importanti malattie che possono colpire il pomodoro. Causa scarsa qualità della produzione, provoca un brutto aspetto alla frutta riducendo o troncando qualsiasi opportunità di vendita. I sintomi che si osservano nella pianta possono essere dalla bronzatura, alla necrosi, influenzando l’altezza media, causando una pianta bassa e con foglie secche. Se il frutto viene infettato allo stato giovanile, si osservano anelli verde chiaro, marrone o chiazze. Nei frutti maturi compaiono fasce anulari di colore giallastro. Le colture ospiti sono: sedano, melanzane, arachidi, piselli, peperoncino, cavolfiore, indivia, spinaci, fagioli, lattuga, patate, cetrioli, tabacco, pomodori. La forma principale di trasmissione di questo virus è attraverso i vettori. I vettori delle virosi nei pomodori sono tripidi appartenenti ai generi Thrips e Frankliniella. Le piante acquisiscono il virus durante le prime fasi di sviluppo. Un’altra forma di trasmissione è attraverso il contatto.

Mosaico

Virus de mosaico
Il Virus del mosaico del pomodoro lascia macchie rosse.

Virus del mosaico del pomodoro

Il virus del mosaico del pomodoro (Tomato Mosaic Virus-ToMV) e il virus del mosaico del tabacco (Tobacco Mosaic Virus-TMV) possono causare perdite superiori al 10%. La forma di trasmissione è principalmente dovuta a semi infetti. Oppure attraverso un vettore – un insetto o un lavoratore – una pianta entra in contatto con un’altra meccanicamente. (L’incidenza può essere ridotta fornendo dei tutori alla pianta). Hanno sintomi molto simili. Nella foglia si osserva un’alternanza di zone verde chiaro e scuro (tipo a mosaico),  la crescita si riduce. Altri potrebbero non avere un mosaico ma subire deformazioni. Il frutto ha una maturazione irregolare e macchie marrone scuro internamente ed esternamente (quando si tratta di ToMV). Questi virus hanno un gran numero di possibili ospiti, ad esempio: fagioli, pomodori, peperoncino, viti, patate, tabacco, tra gli altri.


Virus de la chuchara

Virus de la cuchara
El virus de la cuchara recibe su nombre por como deja las hojas del tomate.

Malattie del pomodoro

Malattia causata dai virus streak virus (ToVSV), Soybean blistering mosaic virus (SbBMV) e Tomato yellow spot virus (ToYSV). Il  pomodoro si sviluppa meno e presenta un ripiegamento su se stesso. Nelle foglie si osserva come la nervatura principale si arrotola dando il caratteristico aspetto a cucchiaio, di cui il nome della malattia. I bordi delle foglie a volte presentano clorosi. Sul lato inferiore può avere macchie con sfumature violacee. I fiori possono staccarsi e i frutti sono più piccoli. Il vettore di questo virus è la mosca bianca Bemisia tabaci, che trasmette il virus solo quando è nel suo stato adulto.

Il marciume apicale del pomodoro (TANV). Prima si credeva che fosse il virus Il virus dell’avvizzimento maculato del pomodoro (TSWV). Non si sa molto sulla sua incidenza, ma è stata associata a perdite del 60%. La sintomatologia che presenta nel frutto del pomodoro è una necrosi apicale e macchie, causando che il pomodoro non possa essere commercializzato. Per quanto riguarda il vettore, recenti studi hanno scoperto che la zanzara bianca (Bemicia tabaci) è responsabile della trasmissione di questo virus.

rafia en cultivos
Sia in serra sia in campo aperto  HORTOMALLAS® è essenziale per ridurre l’incidenza della virosi trasmessa meccanicamente. HORTOMALLAS® apporta chiari vantaggi rispetto alla rafia.

trasmissione del pomodoro

Trasmissione delle virosi del pomodoro.

È importante prendere le misure necessarie per evitare che il patogeno infetti il ​​raccolto. Come già accennato, i trattamenti esistenti sono principalmente preventivi. Oltre al contagio meccanico attraverso le mani o gli abiti del lavoratore, l’altro meccanismo di trasmissione della maggior parte delle malattie causate da virus è principalmente a carico di artropodi (insetti e acari) e nematodi. Il tipo di vettore dipende dal virus, ma ci sono casi come la zanzara bianca (Bemicia tabaci), che può trasmettere più di un virus. La trasmissione avviene anche attraverso semi infetti o sfregando una pianta infetta su una sana.

Misure per prevenire le virosi nella coltivazione del pomodoro

malla tutora
Con HORTOMALLAS®, le operazioni sul campo sono facilitate grazie alle dimensioni delle sue maglie.
  • Preparare il terreno prima di iniziare la coltivazione del pomodoro, utilizzando metodi di disinfezione appropriati.
  • Eliminare qualsiasi elemento che indica la presenza di possibili vettori.
  • Scegliere varietà resistenti ai virus.
  • Usare semi sani.
  • Gli operatori devono pulire e disinfettare i propri strumenti prima e dopo aver maneggiato qualsiasi pianta.
  • È necessario eseguire un monitoraggio regolare. Se viene trovata una pianta con virosi, deve essere rimossa immediatamente dal raccolto.

Tutoraggio

Utilizzare il sistema di tutoraggio minimizza la incidenza di virosi nella coltivazione del pomodoro

La struttura di sostegno che fornisce Hortomallas contribuisce a ridurre le condizioni per cui si genera e si propaga un’infezione da virus, a partire dalla insorgenza dei vettori. Le fasi che propiziano il contagio del virus nel pomodoro sono quelle che implicano una grande manipolazione della pianta. Pertanto se le piante si appoggiano sul sistema di rete a spalliere, non si richiede più manipolazione da parte dei lavoratori.


Biol. Diana Jiménez.
Referencias.

FAO. (2013). Coltivazione di pomodori con buone pratiche agricole nell’agricoltura urbana e periurbana. Estratto il 28 settembre 2015 da http://www.fao.org/3/a-i3359s.pdf

Productores de Hortalizas. (2006). Parassiti e malattie del pomodoro. Guida all’identificazione e alla manipolazione. Messico. Estratto il 28 settembre 2015 da http://vegetablemdonline.ppath.cornell.edu/NewsArticles/Tomato_Spanish.pdf

Soda, Mirta. (2013). Guida per il riconoscimento delle malattie nella coltivazione del pomodoro.Virosi nel pomodoro. Formosa, Argentina. Estratto il 28 settembre 2015 da http://inta.gob.ar/documentos/guia-para-el-reconocimiento-de-enfermedades-en-el-cultivo-de-tomate/at_multi_download/file/INTA_Guia_de_Reconocimiento_de_Enfermedades_it_En_

Argerich, C.; Troilo, L.; Rodriguez Fazzone, M.; et al. (2010). Manuale di buone pratiche agricole nella catena dei pomodori. Buenos Aires, Argentina

Garzón, Jose. Malattie (da virus e organismi simili ai batteri) di peperoncino e pomodoro in Messico. Distretto Federale, Messico Estratto il 9 ottobre 2015 da http://www.bayercropscience.com.mx/bayer/cropscience/bcsmexico.nsf/files/Product_cont/$file/manual_virosis.pdf

Ver la entrada

Vuoi vedere più immagini della rete di sostegno per pomodori?

comprar malla plástica que evita la virosis en tomate

Comentarios


cuadro verdeCerca argomento di interesse

IrArriba